Vediamo con gli occhi, ma guardiamo con la mente.

Non è forse mettendosi alla prova che ognuno “sviluppa” sé stesso? Piccoli passi aiutano a prendere confidenza con il nostro sé più profondo. Aiutano i nostri “piccoli sé stessi” a diventare grandi. E non è forse questo il modo di diventare grandi? Affrontando i propri timori? (Badate bene : essere gradi (di età) non significa che non si possa continuare a crescere, anzi. ) E la cosa speciale che si rivela è che, dopo aver fatto qualcosa di cui si aveva timore, ci sentiamo gratificati e soddisfatti.

Oggi ho guardato una conferenza molto interessante di un ragazzo che è diventato cieco e di come è cambiata per lui la visione del mondo. La realtà è ciò che noi vediamo, ma ognuno vede una realtà diversa, manipolata dalla nostra mente. I nostri occhi spesso sono oscurati dai  nostri sentimenti ed emozioni distorcendo la realtà e mostrandoci ciò che per noi è importante per il sentimento che stiamo provando. Ciò che sta succedendo davvero, nella realtà dei fatti, spesso, non è quello che vediamo. Le paure e i timori, ad esempio, ma anche i nostri pregiudizi o i nostri ricordi, mostrano una realtà che non è quella che è. Vediamo con gli occhi, ma guardiamo con la mente. Ma se riuscissimo a partire da zero, come se vedessimo il mondo per la prima volta tutti i giorni, potremmo creare la nostra realtà nel modo in cui vogliamo. Essere consapevoli che i nostri occhi non sono autonomi e che la nostra mente in qualche modo c’entra sempre, ci da la possibilità di cambiare la nostra visione del mondo e di lasciare perdere ciò che crediamo di vedere. Le nostre interpretazioni della realtà sono un’illusione, un’illusione che noi creiamo tutti i giorni della nostra vita.

 

2 pensieri su “Vediamo con gli occhi, ma guardiamo con la mente.”

  1. È da tempo che ti leggo.
    Ti ho vista crescere.
    Non solo come donna, ma anche come blogger. Finché non hai fatto il grande salto e qualcosa è cambiato.
    Ora sei diversa.
    Più consapevole di te.
    Lo si nota anche da come scrivi. È vero quello che dici oggi: con gli occhi vediamo e con la mente guardiamo o, come dico io, guardiamo con la voglia di guardare.
    Solo se lo vogliamo andiamo oltre. Altrimenti ci fermiamo alla superficie.
    Tutti vedono. Pochi sanno guardare… O vogliono farlo.
    Tu hai capito come si fa.
    Non smettere di guardare.

    1. Ho capito che non è semplice.
      Siamo immersi in un mondo da cui difficilmente si riesce ad uscirne. Riuscire a volte a estrapolarsi da questo contesto, ti permette, anche solo per un momento, a renderti conto che forse tutto quanto è solo nella nostra mente.
      Purtroppo riuscire ad essere persone che guardano la realtà per quello che è, non è per niente facile. Siamo davvero soggiogati dalla nostra realtà e questo ci impedisce molte volte di realizzare quelli che si è, ma penso che per trovare la propria strada sia importante sapere questo.
      Se lo si sa, si può cercare di pensare in modo diverso. Almeno ci si può provare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *